Coin Slider Gallery Fenix Guardian Official Blog: ottobre 2014

mercoledì 29 ottobre 2014

GERUSALEMME LIBERATA, presentazione ed intervista in esclusiva!

Fenix Guardian è sempre attenta ai giochi made in italy, e un occhio particolare lo da a quei titoli che magari non godono del supporto delle major e che quindi passano in secondo piano, nonostante possano invece candidarsi ufficialmente come grandi progetti editoriali meritevoli di successo e distribuzione. Oggi il nostro occhio si è soffermato su Gerusalemme Liberata, un titolo che porta il classico scontro in stile medievale in un'ambientazione molto ristretta e particolare, e con un sistema di gioco che propone delle particolarità rispetto ad altri titoli dello stesso genere.

Partiamo dall'ambientazione, che ricalca fedelmente quella del poema epico-cavalleresco di Torquato Tasso, di cui potrete leggere la storia pressochè completa sull'enciclopedia online per eccellenza. Non si tratta del solito scenario medievale standard, e questo è un fattore che crediamo possa giocare a suo favore.

Il sistema di gioco combina l'uso di carte e dadi, e le varie fasi sono studiate ad hoc per permettervi di preparare la vostra truppa con i mazzi di carte da cui prendere le varie tattiche. Molta libertà è stata data dall'autore ai giocatori, sia per quanto riguarda il gioco stesso, pensato per 2 persone ma ampliabile a squadre di più elementi, sia per la scelta dello svolgimento delle battaglie. La presenza del dado non influisce negativamente sullo svolgimento della partita, dato che il suo compito è quello di portare un minimo di vivacità data dal caso in una partita altrimenti troppo legata alle strategie dei vari giocatori.




La cura dei materiali a nostra disposizione è davvero ottima, le carte hanno un bel aspetto grafico e si presentano anche facili da leggere ed intuitive. Lo stile in queste immagini viene integrato anche con splendide miniature realizzate da Strategia Nova e si possono acquistare a parte, che aumentano la qualità del gioco.
Per la presentazione ufficiale del gioco vi consigliamo di seguire lo splendido e completo tutorial che trovate su youtube, dove non solo troverete l'autore in persona che vi guiderà all'interno di questo titolo, ma anche una descrizione completa ed esaustiva di tutte le meccaniche che lo compongono. Un altro aspetto molto positivo da notare, dato che non è così ovvio trovare materiale del genere per ogni titolo. Durante il tutorial, verrete trasportati all'interno dell'azione di gioco e andrete a scoprire tutte le componenti che troverete dentro la scatola.






Il gioco è già in vendita e sarà presentato anche durante il prossimo Lucca Comics&Games che inizierà a giorni. A FirenzeGioca ha riscosso un buon successo di pubblico, e questo fa ben sperare per la storia futura di Gerusalemme Liberata. Noi abbiamo prontamente contattato l'autore che, nonostante i mille impegni e l'imminente fiera toscana che lo vedrà sicuro protagonista nel padiglione Games, ci ha gentilmente concesso una intervista dove andremo a completare questa prima analisi del gioco, in attesa di provarlo sul campo ad uno dei nostri prossimi eventi! Ringraziamo Francesco Pieraccini per la sua disponibilità e la gentilezza nel rispondere alle nostre domande, vi lasciamo ora con l'intervista a cura del Pres:


1 - Sicuramente il titolo è già importante, perchè si tratta di un fatto storico abbastanza conosciuto, e perchè comunque si tratta di 2 parole molto forti, che combinate attirano l'attenzione. Oltre a questo, mi pare che contenga esattamente quello che i giocatori si trovano dentro la scatola. Cosa ne ha determinato la scelta?

R:Gerusalemme Liberata, cosa ha determinato il titolo? Prima di tutto, il fatto che si tratti un gioco ambientato esattamente nella Gerusalemme Liberata, il poema epico cavalleresco di Torquato Tasso. Il gioco si ispira al poema più che al fatto storico infatti, anche se è provato che nello scrivere la vicenda, il poeta ricorresse a fonti storiche accreditate per l'epoca, in particolare le historiae di Tirio. Il titolo certo avrebbe potuto variare da quello del poema, ma in realtà non ne ho sentito il bisogno: come hai ben evidenziato le parole sono forti e evidenziano già di cosa tratterà il gioco, perché dunque cambiarle? Mi piace pure perché è un titolo ambivalente: chi gioca con i saraceni non deve sentirsi necessariamente un "cattivo", di fatto Gerusalemme può essere anche liberata cacciando gli usurpatori crociati.


2 - Nel tuo titolo hai utilizzato quasi tutte le componenti classiche di un gioco in scatola, ossia dadi, carte e miniature. Questa scelta è stata, in parte o integralmente, determinata anche da una tua esperienza personale, con queste componenti, oppure soltanto dall'esigenza della meccanica di gioco?

R:Sebbene non sia un power player, gioco frequentemente a miniature e a boardgame, per cui conosco i "fondamentali". Tuttavia, mi piace pensare che il materiale sia da scegliersi in realazione al sistema e questo, a sua volta, deve essere scelto in relazione al concept del gioco. Il concept è semplice: riprodurre un ambientazione epico-cavalleresca, ovvero grandi scazzottate tra Eroi. Per fare questo dovevo dare centralità al duello, che doveva essere emozionante, ragionato. Un tiro di dado sarebbe stato troppo sterile, ecco allora il sistema a carte sfida. Il resto della partita doveva scorrere in modo lineare, non troppo complesso. I dadi in questo senso risolvono la questione: un tiro di dado risparmia al giocatore calcoli matematici che dovrebbe farsi ogni partita. Anche le carte tattica nascono a questo scopo: per non dover complicare troppo il regolamento, tutte le dinamiche residuali sono state inserite nella carta tattica. Ad esempio, se voglio sparare contro un'unità in combattimento, non è necessario che guardi la regola nel regolamento: se tra le mie carte tattica figura "tiro pericoloso", allora posso applicare la regola come scritto sulla carta, altrimenti no. E questo per molte altre casistiche, come i vantaggi per i terreni. E' risultato un sistema molto simpatico, perché si basa su regole di base abbastanza "flat" ed ogni giocatore, componendo il proprio mazzo tattiche, determina tutte le regole peculiari di cui potrà fruire con l'esercito.


3 - Nel video affermi che il gioco è pensato, e quindi realizzato, per 2 giocatori, ma che esiste la possibilità di formare delle squadre; come funziona esattamente?

R:La possibilità di formare squadre c'è, per quanto non esistano regole specifiche. Le ipotesi più semplici sono o guidare in due lo stesso esercito o comporre due o più armate per schieramento ed ogni giocatore conduce la sua parte di armata. L'importante è che si mantenga l'alternanza: prima gioca una squadra, poi l'altra.


4 - Quale target speri di raggiungere con Gerusalemme Liberata? E il pubblico che sarà poi interessato al gioco ha influito sulla realizzazione di alcune parti del regolamento?

R:Io ho 23 anni, quindi pensavo ad un target di quest'età. La realtà ha dimostrato poi un target più variegato: durante i playtesting, il gioco ha ottenuto successo soprattutto tra i ragazzi giovani (dai 12 anni in sù) oppure tra i giocatori più navigati (30 in poi). Da quanto ho capito nei playtest (ogni playtester ha compilato un questionario a fine partita), i ragazzini amano il regolamento perché non è ostico e combina il gioco di miniature a quello di carte (con cui hanno più confidenza). I giocatori navigati lo apprezzano perché sono in grado di comprendere in cosa differisce dagli altri giochi sul mercato. La fascia di età in mezzo alle due è più ostica: l'ipnosi esercitata da Warhammer & co. è abbastanza forte durante questi anni. Almeno io la vedo così.
Naturalmente il gioco ha subito modifiche per adattarsi al suo target, ma non grossissime. Come ho accennato, quando il gioco era ancora una beta, facevamo compilare un questionario ad ogni playtester per capire cosa l'avesse soddisfatto del gioco e cosa non gradisse. Abbiamo raccolto sui 100 questionari e li abbiamo usati per ricavare il "gioco ideale". 

5 - Abbiamo visto, attraverso le immagini della copertina e anche su facebook, che ti sei avvalso della collaborazione di Feudalesimo e Libertà, noto gruppo di facebook per i suoi manifesti propagandistici più o meno satirici. Cosa ha portato questa collaborazione?

R:I ragazzi di feudalesimo e libertà hanno dato un contributo fondamentale al gioco: hanno curato tutta la parte grafica e hanno sviluppato il sito internet. Questo ha permesso al gioco di avere un estetica estremamente professionale, che non ha nulla da invidiare rispetto ai più famosi analoghi. La collaborazione con F.E.L è cominciata praticamente un anno fa. Ho presentato a loro il progetto di gioco durante lo scorso Lucca comics e si sono subito entusiasmati per la cosa. Hanno apprezzato l'ambientazione storica/letteraria e le radici italiane del gioco, nonché erano contenti all'idea di ampliare il loro raggio d'azione. Sono tipi in gamba, pronti a sperimentare e provare cose nuove.


6 - Anche se per ovvi motivi al momento il vostro primo pensiero e distribure il gioco e presentarlo alle varie manifestazioni di settore, avete già pensato o addirittura messo in cantiere un sequel o un'espansione, oppure ci troviamo di fronte ad un titolo fatto e finito?

R:Il primo passo, è stilare le regole per adattare il gioco ai 15mm. Questo ci permetterà di allargare il bacino di clienti, nonché di rendere più economica la spesa per le miniature ai giocatori. Metteremo le regole di adattabilità sul sito, spero entro la fine di Novembre.
I passi seguenti sono ancora più interessanti: il gioco è nato per creare un sistema che ricreasse la realtà di un poema epico cavalleresco. E quanti ce ne sono di poemi e quasi tutti (chissà perché), pressoché inutilizzati nell'ambientazione di giochi. Così stiamo già facendo delle prove per la prossima espansione del gioco: L'Orlando Furioso che, oltre ad introdurre nuovi eserciti (Franchi e Mori), introdurrà alcune regole specifiche di quella particolare ambientazione (come la Follia). Mi piacerebbe espandere il gioco il più possibile e comprendere sempre più cicli, da Artù a Don Chisciotte. Più si espanderà, più sarà divertente giocare, creando eserciti misti, confrontanto tra loro cavalieri di cicli diversi in un gigantesco cross-over.

7 - Piccolo "fuori programma": in associazione ultimamente mi stanno accusando di aver sviluppato una sorta di ossessione compulsiva nei confronti delle bustine per proteggere le carte dei vari giochi. Innanzitutto, vorrei far notare come nel video si veda chiaramente che anche tu hai questa sana abitudine, e ti faccio i miei complimenti, e poi volevo confessare che effettivamente appena le ho viste mi sono domandato quali dovrei usare, quindi volevo chiederti: di che misura devo comprare preventivamente le bustine?

R:le carte hanno la misura standard delle magic, 8,8x6,3, quindi non dovrai incasinarti troppo per trovare le bustine adeguate ;)


Ringraziamo Francesco Pieraccini per la collaborazione e la disponibilità a rispondere alle nostre domande. A Lucca andremo a trovarlo e fargli le nostre congratulazioni di persona, gli auguriamo che sia una buona fiera per lui e speriamo che il suo titolo possa avere il successo che merita. Per quanto riguarda noi, è arrivato il momento di salutarci, ma vi ricordiamo gli indirizzi utili per seguire questo progetto e vi diamo appuntamento alla prima prova reale! Buona giornata a tutti


Continuate a seguirci per avere novità riguardo questo Wargame che si prospetta piuttosto interessante, appena avremo modo di testarlo vi faremo avere anche una recensione in presa diretta!


Seguite Gerusalemme Liberata attraverso il web:







martedì 28 ottobre 2014

Cyrano Comics, quando il fumetto nasce a Verona

Vogliamo spendere 2 parole per presentarvi un nuovo gruppo che abbiamo conosciuto in questo periodo. Sono di Verona, disegnano fumetti, e da Giovedì 30 Novembre saranno impegnati a presentare le loro opere alla fiera numero 1 in italia (fra le prime 5 al mondo) del settore, ovvero Lucca Comics&Games. Noi li abbiamo conosciuti ufficialmente solo questa settimana, ma loro in realtà ci sono da molto più tempo e il loro nome non ci era nuovo.

Cyrano Comics si occupa di fumetti comico-demenziali come Pigeon-Man! e altri, e si vogliono affermare come realtà emergente in questo mondo così vasto che proprio nel nostro paese trova profonde radici e grandi case editrici capaci di sfornare prodotti di qualità superiore. Il loro gruppo, visti un paio di lavori, ci sembra sulla strada giusta per poter avere successo in questo campo, e noi gli auguriamo tutta la fortuna possibile per la fiera che comincerà dopo domani e per il prossimo futuro!

Fenix Guardian, in qualità di ambasciatori di iniziative che, come la nostra, fanno parte dell'ambito ludico, è sempre contenta di conoscere queste realtà molto più grandi di noi e da cui possiamo solo che imparare molte cose, e il fatto di condividere lo stesso territorio non può che farci molto piacere, perciò vi invitiamo a passare da
l loro stand a Lucca per portare i vostri e i nostri saluti, e anche per ammirare le loro opere ben curate che hanno in esposizione.

Sul loro sito web, inoltre, potrete scaricare un comodo coupon per lo sconto del loro prodotto di punta, Pigeon-Man

lunedì 27 ottobre 2014

20 anni di Anonima Gidierre nel numero speciale appena uscito



Grazie alla newletter a cui noi già da anni siamo iscritti, abbiamo ricevuto notizia di un compleanno speciale: la rivista gratuita e online dedicata al mondo dei giochi di ruolo compie infatti ben 20 anni! 



Dalla fine del '94 ne sono usciti di numeri, ben 86, e il mondo dei gdr in italia non ha mai avuto un punto d'informazione migliore di loro. Tutto lo staff di Fenix Guardian si congratula per il risultato ottenuto, e auguriamo agli autori di proseguire come hanno sempre fatto informando i giocatori su tutte le novità con la stessa passione che hanno messo in questi anni.




Tratta dalla mail pervenuta in questi giorni, vi andiamo a presentare lo speciale numero 86 appena uscito e subito disponibile sul loro sito www.anonimagdr.it



"Vi scriviamo per informarvi che, seppure con un paio di settimane abbondanti di ritardo rispetto alla consueta tabella di marcia, ma giusto in tempo per l'edizione 2014 di Lucca Comics & Games, sul sito www.anonimagdr.com è stato finalmente postato l'attesissimo numero 86 (Ottobre/Dicembre 2014) della nostra storica beneamata rivista amatoriale, scaricabile gratuitamente nel consueto formato PDF, una pubblicazione estremamente importante in quanto celebra il nostro ventesimo compleanno, ovvero i primi venti anni di attività ludico-editoriale della fanzine, i cui esordi risalgono appunto alla fine del 1994.
Una ricorrenza che in questa nuova pubblicazione festeggiamo in particolare con una spettacolare copertina tematica realizzata da Panaiotis, un bel disegno celebrativo di Giorgio Borroni ed un lungo editoriale nostalgico del nostro sempiterno fondatore e “grande antico” Rael."

Sempre dalla mail tiriamo fuori anche il sommario dei contenuti di questo numero speciale:

- 1994-2014: venti anni anonimi nel segno del cambiamento (editoriale celebrativo del ventennale);
- Il Terrore e la Speranza - Parte IX (campagna per D&D 3.5 ambientazione Midnight - nona parte);
Il cuore di San Nicola (avventura per Savage Worlds, pensata per essere giocata nell'ambientazione ucronica medieval-horror ispirata al romanzo Il Decameron dei Morti);
- La palude di Lyrian (fronte di avventura dimostrativo per Dungeon World);
- FirenzeGioca 2014 (reportage dall'ultima recente edizione della manifestazione ludica fiorentina);
- Battaglie di massa - Parte 1 (house rules per risolvere le battaglie e gli scontri su larga scala in D&D3.5 - prima parte);
- Camel Up  (recensione del boardgame di Steffen Bogen, vincitore dell'edizione 2014 del premio Spiel des Jahres);
- Il Piccolo Principe (recensione del boardgame di Antoine Bauza e Bruno Cathala, recentemente insignito del premio Gioco dell'Anno 2014).




sabato 25 ottobre 2014

Tokaido Crossroads, quando il viaggio si arricchisce di nuovi incontri






Presentato l'anno scorso durante il Lucca Comics&Games come concorrente del premio Gioco dell'Anno, Tokaido ha riscosso un immediato successo di pubblico e critica, portando un nuovo tipo di esperienza nel mondo ludico. Avevamo già parlato della sua particolare meccanica di gioco di nuova concezione, dove i dadi spariscono e la poca fortuna presente è lasciata solo ai mazzetti di carte e ai rapporti con gli altri giocatori. Oggi siamo lieti di annunciare l'arrivo in Fenix Guardian della prima espansione ufficiale di questo titolo, "Crossroads" è il suo nome.


Crossroads espande il viaggio attraverso la Tokaido, la storica via che collega la vecchia capitale, Kyoto, con la nuova capitale Edo (Tokyo ai giorni nostri, ndp) offrendo ora possibilità di scelta per ogni fermata che i giocatori decidono di fare durante il proprio viaggio. Ogni tipo di fermata adesso possiede 2 varianti, e ogni volta i giocatori decidono che strada intraprendere.


Le varianti sono le seguenti:
Terme / Bagno termale
Fattoria / Sala da Gioco
Tempio (offerta) / Amuleti
Villaggio (souvenirs) / Oggetti Leggendari
Incontri / Calligrafia




Le varianti danno dei benefici ulteriori e permettono l'acquisizione di punti extra utili per la classifica. A volte però questo è possibile solo grazie ad uno sforzo economico maggiore o in particolari attenzioni, perciò non pensate di avere la vittoria in pugno se all'inizio fate molti punti con le nuove carte, dovete sempre gestire il vostro viaggio in maniera saggia. Oltre a queste nuove possibilità, Croassroads introduce anche molti nuovi personaggi che aumenteranno le vostre possibilità strategiche.


In linea generale l'espansione ci piace, e sembra colmare quelle poche lacune che la versione base di Tokaido possedeva. Rimane comunque un gioco che può interessare i giocatori alle prime armi, ma l'espansione guarda anche a chi giustamente vuole provare qualcosa di più da questa esperienza di viaggio. Come per il gioco originale, l'espansione ricalca la cura delle illustrazioni e anche lo spirito di viaggio viene mantenuto intatto senza quindi stravolgere la meccanica di gioco originale che ha caratterizzato questo titolo fin dalla sua comparsa oltre un anno fa. 




giovedì 23 ottobre 2014

Sempre più Autumn Festival! 2 Entry Level targati Red Glove

Siamo lieti di annunciarvi una grande novità per l'evento di Sabato 8 Novembre prossimo. In vista dell'evento programmato per Domenica 30 Novembre, presso il negozio "Il Paese delle Meraviglie" di Valeggio sul Mincio (VR), dove verrà presentato l'intero catalogo Red Glove, casa distributrice di giochi italiana, Sabato 8 Novembre, durante Autumn Festival '14, verrà allestito un banco di "anteprima" dove verranno presentati 2 neo-acquisti di Fenix Guardian per il target "Entry Level": Pizzeria Italia e Magikaboom.




Li abbiamo provati entrambi e personalmente ci hanno stupito non poco: semplici e veloci da spiegare, partite intriganti dove nulla è scontato. In magikaboom il gioco ha solo 3 componenti: una piccola plancia segnapunti, 6 dadi e un segnalino giocatore. Da 2 a 6 giocatori, nostro scopo è raggiungere i 28 punti che ci nomineranno strega dell'anno. In un perfetto mix di fortuna, rischio e un pizzico di strategia, dovremo cercare di andare avanti a piccoli passi senza esagerare troppo e pretendere tutto subito.

In Pizzeria Italia invece, saranno le nostre capacità strategiche e creative, unite a dei riflessi piuttosto sviluppati, a farla da padrona. Il gioco si articola in 2 fasi, una di "acquisto", dove noi andremo ad integrare i 2 ingredienti fornitici all'inizio della partita con altri presenti sul mercato, e una di "velocità" dove dovremo preparare la nostra migliore pizza nel minor tempo possibile. Ogni partita è a se stante, ogni mossa fatta sul mercato è fondamentale.


Questi saranno solo un assaggio di cosa troverete nell'evento del 30 novembre, dove il negozio "Il Paese delle Meraviglie" ci darà la possibilità di presentare anche titoli di maggior spessore come Super Fantasy e Godz, titoli che stanno riscuotendo un discreto successo a livello nazionale e non solo.

Vi aspettiamo sabato 8 novembre ad Autumn Festival '14


domenica 19 ottobre 2014

Torna il Giocomercato di Fenix Guardian, ecco il primo sondaggio


Si avvicina Natale, dobbiamo farcene una ragione, e questo vuol dire tempo di cominciare a pensare ai doni da fare ai nostri cari. Cosa c'enta Fenix Guardian in tutto questo? Semplicissimo, perchè torna anche il nostro mitico Giocomercato, dove i nostri associati diventano i protagonisti!

Nell'edizione 2014 abbiamo deciso di partire per tempo e sopratutto di puntare su più momenti in cui svolgere i nostri sondaggi. Oltre a quelli online quindi, che compariranno a breve, faremo anche un sondaggio live durante i nostri prossimi 2 eventi (Autumn Festival e All Together). Alla fine di tutto, i titoli prescelti saranno ordinati e li potrete provare in anteprima Sabato 13 Ottobre durante "50 sfumature di Giochi".

Come funziona quest'anno? Semplicissimo. Come gli altri anni verrà proposto un sondaggio online e uno reale in 2 periodi, uno che va da qui a Sabato 8 Novembre, data in cui si svolgerà Autumn Festival '14, e uno che va da Domenica 9 Novembre a Sabato 22 Novembre, data di All Together che si svolgerà a San Giorgio in Salici.

Per la parte online, il sondaggio sarà presente sul nostro gruppo di Facebook, con la possibilità di una sola risposta, sul nostro blog (ossia questo) con la possibilità di risposte multiple, e con Twitter attraverso l'hashtag


#giocomercato2014

dove invece potrete indicare solo fino a 2 giochi (ad esempio #giocomercato2014, Suburbia e Targi) altri titoli dopo il secondo indicato verranno ignorati. La classifica dei voti verrà stilata contando i voti assoluti, perciò conviene a tutti votare attraverso i 3 canali online! Per la parte "reale", durante Autumn Festival '14 allestiremo un banchetto ad hoc per poter dare la propria valutazione.

Nella scelta dei titoli da acquistare stiamo valutando il sistema, sicuramente il titolo vincitore di uno e dell'altro sondaggio saranno quelli prescielti, ma ci potrebbero essere più acquisti quindi ci prendiamo la libertà di decidere durante lo svolgimento del Giocomercato stesso.


Detto questo procediamo con la presentazione ufficiale della prima pool di titoli per il sondaggio valido da qui fino ad Autumn Festival '14:



Prendetevi tutto il tempo necessario per decidere e fare la vostra scelta, noi vi diamo tempo fino alla sera del prossimo evento dove comunicheremo anche i risultati di questa prima fase del Giocomercato 2014!


sabato 18 ottobre 2014

Caccia al tesoro, i nuovi Dominion e Wiz-War, e cibo autunnale... 21 giorni ad Autumn Festival '14




Mancano solo 3 settimane al prossimo evento, il clou del calendario di Fenix Guardian, e mai come quest'anno organizzeremo una valanga di attività per tenervi compagnia!! Abbiamo già parlato di ligretto e della pericolosissima partita a 12 giocatori che sarà organizzata; oggi vediamo nel dettaglio le altre colonne portanti di Sabato 8 Novembre.

Ore 20:00 - Bestial Forces e Nuovi Orizzonti

Come già annunciato in un post di qualche giorno fa, stanno arrivando in associazione nuove espansioni per grandi classici presenti nella nostra ludoteca: Dominion e Wiz-War. Per il primo, la nuova (in italiano) espansione Nuovi Orizzonti è pronta per essere giocata; noi appena è arrivata l'abbiamo provata, e vi possiamo dire che comprende carte molto strategiche ma anche alcune semplici da giocare con effetti particolari. Per Wiz-War invece regna ancora l'incognita, rispetto a quanto già detto finora, per cui attendiamo di riceverla e provarla prima di dirvi cosa contiene.


Ore 21:00 - Scenografia Autunnale

Come ogni Autumn Festival che si rispetti, porteremo decorazioni e cibo a tema autunnale. Oltre a milioni di foglie sparse per i locali dove si svolgerà l'evento, infatti, troverete anche di che "spelucchiare" durante la serata al gusto di castagne e zucca.


Ore 22:00 - La Caccia alle Foglie

Dopo il successone della caccia al tesoro organizzata qualche mese fa a San Giorgio in Salici, molte persone che hanno partecipato, e si sono divertite, hanno chiesto insistentemente di ripeterla in uno dei nostri prossimi eventi, e quindi abbiamo deciso di organizzarla nuovamente per Autumn Festival '14.

In autunno, si sa, le foglie cadono dagli alberi, e poi tocca a noi raccoglierle... Ed è quello che succederà sabato 8 novembre, dove vi sarà chiesto di trovare le foglie vincenti sparse per i locali dove si svolgerà l'evento. Diversamente dalla caccia al tesoro organizzata a San Giorgio in Salici, infatti, in questo evento non avrete a che fare con oggetti sempre vincenti, bensì dovrete anche stare attenti a che foglie raccogliete; esistono infatti 3 tipi di foglie, e non tutte vi faranno gioire una volta ritrovate. Alla fine della caccia al tesoro verranno contate solo le foglie vincenti, e la squadra che ne avrà raccolto il maggior numero vincerà la sfida!!.


Con un programma del genere come potete rifiutare l'invito e passare la serata altrove?? Se avete già preso impegni con i vostri amici non c'è nessun problema, i nostri eventi sono ad ingresso libero e vi invitiamo a portarli e farceli conoscere, c'è sempre un gioco adatto ad ognuno di loro!!


Segnala la tua presenza
e segui le novità del programma

    


venerdì 17 ottobre 2014

Drei boxen, Zwölf personen, Ein Ligretto!!!




Come già annunciato via Twitter l'altro giorno, durante la mia ultima visita a Monaco non ho potuto fare a meno di una visita ad Obletter, il negozio di riferimento nella città tedesca per quanto riguarda i giochi in scatola. Nel paese traino di questo settore dal 2000, quando colossi come Coloni di Catan e Ticket to Ride (Zug um Zug in patria) invasero il mercato, un negozio del genere non poteva che essere enorme, e i 2 piani di quello che si trova in una delle piazze centrali della città, tale Karlsplatz, lo confermano.





Da Obletter potete trovare qualsiasi cosa legata al mondo ludico: giochi in scatola, di carte e di società; giochi per bambini, ragazzi, adulti e anziani; videogiochi (non troppi a dire il vero, hanno lo stesso spazio dedicato agli altri settori, positivo come dettaglio); modellini, peluches, puzzles e quante altre cose possiate immaginare. La scelta è davvero vastissima, nemmeno su Amazon trovate tutto quello che hanno qua!





Ovviamente in ambito boardgame i titoli tedeschi la fanno da padrona, e quindi tutte, ma proprio tutte le versioni di Coloni o Ticket le trovate, ma sono forniti anche di titoli stranieri, italiani sopratutto, e quindi trovate anche le varie versioni di Risiko, Bang e perfino Samurai Sword!! Il tutto a prezzi leggermente più bassi dei nostri (almeno 5-10€ in meno, dipende dai titoli); questo è sicuramente il dato che mi ha sorpreso in positivo e fatto un pò arrabbiare, perchè il valore assoluto della differenza di prezzi con il nostro paese non rende molto l'idea di quanto in realtà siano economici. In uno stato infatti dove le sigarette in media costano 6€ a pacchetto e il capuccino 2.90, i giochi in scatola sono davvero una spesa neanche troppo rilevante, e siamo sicuri che sia anche questo a contribuire ad alimentare la popolarità dei boardgames che coinvolge in maniera molto più profonda qualsiasi fascia di età. Lasciando però in disparte la critica economica, il negozio è davvero bello e vi consigliamo di visitarlo se doveste passare per la Baviera.



Detto questo però passiamo al punto caldo della discussione, dato che sarà uno dei protagonisti assoluti del prossimo Autumn Festival '14: Ligretto







Come molti voi avranno avuto modo di conoscere, questo simpaticissimo gioco di carte capace di creare zuffe pazzesche ai nostri eventi in tempi non lontani proviene dall'estero. Grazie ad uno dei nostri associati che ce lo ha fatto conoscere (grazie Monty) è diventato presto uno dei tormentoni assoluti in Fenix Guardian, tanto che nessuno è riuscito a sottrarsi dal giocare una partita.


Potete quindi immaginare i miei primi pensieri quando in uno scaffale dove si trovavano tutti i giochi "Entry Level" e quelli tascabili la mia attenzione è stata subito attirata da quella scatola rossa affianco alle tanto familiari scatole verde e blu... Senza pensarci su 2 secondi ho posto tale scatola (insieme ad un altro giochetto, Dragons, ma questa sarà un'altra storia) alla cassiera li vicino....








Quindi è con enorme piacere, e un pizzico di preoccupazione, che vi annuncio ufficialmente che da oggi, negli eventi Fenix Guardian, potrete giocare a Ligretto fino a 12 persone!!! Grazie ai 4 nuovi colori infatti, diventano 12 quelli disponibili. Già ci immaginiamo l'enorme rissa che si scatenerà, e i brutti presentimenti riguardo alle conseguenze fisiche e mentali, di cui noi non saremo assolutamente responsabili, un pò ci preoccupano è vero, ma noi siamo persone sadiche e non vediamo l'ora che volino schiaffi e sberle per la sala, prima che qualcuno nel caos generale gridi "LIGRETTO!!!"


Vi aspettiamo!









giovedì 16 ottobre 2014

Niente Lucca 2014 per Fenix Guardian



Come probabilmente qualcuno di voi avrà notato, nonostante la nostra attività sul blog in questo periodo sia migliorata parecchio non abbiamo più parlato della fiera che si terrà in toscana dal 30 ottobre al 2 novembre. Di norma noi di Fenix Guardian siamo in prima fila per parlarvi dell'argomento, e ci prepariamo mesi prima per andare giù. 

Quest anno purtroppo non sarà così. Per problemi personali che hanno colpito praticamente tutto il gruppo che doveva partire per Lucca abbiamo dovuto rinunciare a questo splendido viaggio in terra toscana. Ci abbiamo messo un pò per prendere la decisione definitiva, perchè comunque si tratta di un impegno preso mesi e mesi fa non solo fra noi, ma anche per l'appartamento che era già prenotato, e per la collaborazione con la ludoteca del padiglione Games con cui ci stavamo già accordando sulle attività da portare.

La decisione è stata una delle più sofferte per noi, e speriamo di poter tornare l'anno prossimo; sicuramente la seguiremo anche se da lontano l'edizione di quest'anno, perciò non disperate che di aggiornamenti ne riceverete. Abbiamo poi comunque qualche infiltrato che viaggerà fin la per scoprire le novità 2014, quindi continuate a seguirci e ne saprete di più!


mercoledì 15 ottobre 2014

Botte da bestie e nuovi orizzonti in arrivo per voi via mare... in comode bustine

Come spoilerare tutto il contenuto di un post nel titolo? Ce l'ho fatta! Parliamo infatti di 3 nuovi arrivi in associazione grazie alla passione del pres. Verso la fine del mese, corrieri permettendo, 3 nuovi scrigni del tesoro camuffati da giochi in scatola arriveranno in quel di Verona.

Dopo tanta, agognata attesa, arriva finalmente la seconda espansione di Wiz War, ossia Bestial Forces. In questa nuova avventura incontreremo bestie mitologiche e ovviamente 3 nuove scuole di magia. Oltre a quella riguardante le creature, che prende il nome di Mythology e non si limita alle evocazioni, le altre scuole saranno Totem, che da quel poco che si è capito sul sito ufficiale consiste nella creazione di oggetti fissi (un pò tipo Hexes)

che avrenno effetti positivi su tutto il settore in cui si trovano, e Draconic, una dragon-friendly che ovviamente vi permetterà di usare magie legate a queste bestie mitologiche!

Appena apriremo Bestial Forces la tentazione di farci una partita sarà incredibile, ma voi non dovrete aspettare tanto per provarlo perchè in Autumn Festival '14 ci sarà la prima partita ufficiale con questa espansione!!



Vi avevamo parlato circa una settimana fa di Dominion e delle sue carte regno. Abbiamo deciso di aumentare la nostra base di scelta per questo gioco con ben 2 espansioni grosse del mitico gioco di carte. La prima è uscita immediatamente dopo "Intrigo", che fra l'altro è la prima scatola che abbiamo posseduto in associazione, e si tratta di "Seaside", che porta i nostri aspiranti magnati nel mare. La seconda invece è nuova in italia ed è "Nuovi Orizzonti", appena tradotta e approdata nel nostro paese, che punta su nuove strategie e nuovi tipi di carte. Francamente eravamo molto indecisi sulla possibilità di fare 100 prendendo anche "Dark Ages", ma di fatto abbiamo solo "Prosperità" in inglese e abbiamo valutato che si poteva tranquillamente aspettare la traduzione. Anche perchè non siamo neancora riusciti a provare tutte le combinazioni possibili fra le 2 espansioni in nostro possesso, figuriamoci adesso che stanno arrivando altre 2 scatole.

Anche per Dominion vi aspettiamo ad Autumn Festival '14 per provarlo, e vi ricordiamo che a breve partirà anche il Mastered di questo fantastico titolo.


Finiamo con una nota doverosa... poteva il Pres mancare di comprare le bustine per questi 2 giochi? Certo che no, ordinate e arrivano anche loro...



Queste sono le novità in arrivo in Fenix Guardian, in attesa di possibili acquisti natalizi che andranno ad ampliare la nostra sempre più fornita Ludoteca!!


martedì 14 ottobre 2014

Nasce Cytrus Crew, la nostra divisione videogiochi



Sabato 11 Ottobre, durante i festeggiamenti del 4° compleanno di Fenix Guardian, abbiamo presentato anche la nostra nuova divisione videogiochi, Cytrus Crew, che si occuperà di tutto il mondo videoludico grazie al proprio blog. Sotto questo nome infatti d'ora in poi gireranno le nostre attività elettroniche, primo fra tutti Minecraft, in cui alcuni di noi stanno già giocando da mesi.

Era da parecchi anni che Fenix Guardian, nella figura di alcuni soci fondatori, aveva intenzione di occuparti anche del gioco elettronico. Ma l'inesperienza in questo tipo di cose, e l'attività principale dell'associazione che richiede molto tempo e passione, aveva frenato il progetto. Ora invece siamo maturati e abbiamo trovato le persone giuste che possano gestire questo gruppo, perciò abbiamo deciso di regalarvi l'apertura di questo spazio dedicato!

Come di consueto, abbiamo provveduto ad aprire un blog che potrete seguire per tutte le novità su CC e sul mondo videoludico, raggiungibile all'indirizzo:

domenica 12 ottobre 2014

Autumn Festival '14 - 8 nov 2014





Dopo la mega festa in onore dei 4 anni di Fenix Guardian, torniamo con il più classico dei nostri eventi: torna Autumn Festival!!





La quinta edizione di questo evento dedicato a tutte le sfumature dal giallo al rosso passando per l'arancione si preannuncia davvero incredibile. Ci sembra ieri quando questo evento si svolse nella taverna di amici giocando a Coloni e Carcassonne, oggi invece abbiamo oltre 40 titoli da proporvi, le solite scenografie a tema, le castagne e tutto il resto che possa accompagnare questa meravigliosa serata. Non mancheranno di certo le notizie riguardo ai 2 eventi più importanti svoltisi nella seconda metà di ottobre: Essen Spiel e Lucca Comics&Games!!!

Andiamo a scoprire insieme tutto quello che troverete Sabato 8 Novembre a Santa Lucia:



dalle Ore 19:30


Bestial Forces e Nuovi Orizzonti

Come già annunciato in un post di qualche giorno fa, stanno arrivando in associazione nuove espansioni per grandi classici presenti nella nostra ludoteca: Dominion e Wiz-War. Per il primo, la nuova (in italiano) espansione Nuovi Orizzonti è pronta per essere giocata; noi appena è arrivata l'abbiamo provata, e vi possiamo dire che comprende carte molto strategiche ma anche alcune semplici da giocare con effetti particolari. Per Wiz-War invece regna ancora l'incognita, rispetto a quanto già detto finora, per cui attendiamo di riceverla e provarla prima di dirvi cosa contiene.


Azione e divertimento con 2 titoli targati Red Glove

Saranno presenti e potrete provarli gratuitamente alcuni dei titoli della casa editrice italiana Red Glove, distributrice anche di alcuni pezzi grossi internazionali come 12 Realms e Super Fantasy. Presenteremo principalmente Pizzeria Italia e Magikaboom.


Assassin's Creed ad Autumn Festival '14


Se avete visitato la fiera di Lucca, quest'anno, avrete sicuramente visto tutta una serie di eventi legati alla famosissima serie di videogiochi legati agli assassini. Cosa non nuova a dire la verità, visto che già nelle ultime edizioni non si contano cosplayers ed eventi legati al a questi titoli, ma quest'anno la novità ha riguardato anche i giochi in scatola. A lucca infatti è stato presentato il primo gioco da tavolo legato alla serie, Assassin's Creed Arena, uno strategico da battaglia che si è presentato come un buon titolo dal regolamento non troppo complicato e con una mappa di gioco innovativa. Sicuramente il nome sarà il fattore fondamentale del successo quasi assicurato del titolo, ma abbiamo fiducia anche nel gameplay e la cura dei materiali è più che soddisfacente.


I ragazzi di Metropolis (Sirmione, BS) presentano il gioco di ruolo!

Fresca di giornata la conferma della presenza dei ragazzi di Metropolis, l'associazione ludica sita in Sirmione (BS). Diego e gli altri saranno presenti all'evento, e contribuiranno nella realizzazione dello stesso grazie a dimostrazioni gratuite di alcuni giochi di ruolo di diverso genere: Dungeon World, Un Penny per i Miei Pensieri, e un murder party per 4 giocatori. Avventure alla portata di tutti e che richiedono poco tempo. Oltre a questo, i ragazzi porteranno anche Citadels, un giocone molto famoso per 2-8 giocatori, strategico ma anche facile da imparare e giocare. Non vediamo l'ora di provarli!




Ore 21:00


Scenografia Autunnale

Come ogni Autumn Festival che si rispetti, porteremo decorazioni e cibo a tema autunnale. Oltre a milioni di foglie sparse per i locali dove si svolgerà l'evento, infatti, troverete anche di che "spelucchiare" durante la serata al gusto di castagne e zucca.



Ore 22:00


La Caccia alle Foglie

Dopo il successone della caccia al tesoro organizzata qualche mese fa a San Giorgio in Salici, molte persone che hanno partecipato, e si sono divertite, hanno chiesto insistentemente di ripeterla in uno dei nostri prossimi eventi, e quindi abbiamo deciso di organizzarla nuovamente per Autumn Festival '14.

In autunno, si sa, le foglie cadono dagli alberi, e poi tocca a noi raccoglierle... Ed è quello che succederà sabato 8 novembre, dove vi sarà chiesto di trovare le foglie vincenti sparse per i locali dove si svolgerà l'evento. Diversamente dalla caccia al tesoro organizzata a San Giorgio in Salici, infatti, in questo evento non avrete a che fare con oggetti sempre vincenti, bensì dovrete anche stare attenti a che foglie raccogliete; esistono infatti 3 tipi di foglie, e non tutte vi faranno gioire una volta ritrovate. Alla fine della caccia al tesoro verranno contate solo le foglie vincenti, e la squadra che ne avrà raccolto il maggior numero vincerà la sfida!!.


Conferma la tua presenza




sabato 11 ottobre 2014

Articoli da Lettura

Riuniremo in questa pagina tutti gli articoli che affrontano temi riguardanti i giochi in scatola, in modo semplice cosicchè possiate tornare a leggerli quando volete e anche se vi siete persi qualche discussione, qua la troverete.






Ottottobrefest è domani, altre novità?




Mancano solo 24 ore all'evento che festeggia i 4 anni di Fenix Guardian. Vi ricordiamo, per tutte le info, di visitare il post UFFICIALE DI OTTOTTOBREFEST, oltre che di segnalare la vostra presenza su FACEBOOK e di seguire la diretta su TWITTER.

Cosa ci sarà in più di quello detto finora? Ecco le ultime notizie flash prima di domani:

- Ci porteranno da provare Sherlock Holmes Consulente Investigativo, il remake di un titolo degli anni 80 dove indagine e narrativa la faranno da padrona. Ringraziamo il Monty per la disponibilità

- Vi porteremo la testimonianza del primo vero test di Mastered Wizwar giocato ieri sera e andato benissimo, nell'ottica di presentarvi il Gioco Organizzato

- vi faremo scoprire una serie di quadratini apparentemente senza senso...

- vi porteremo il fittissimo programme degli eventi fino a natale

- se avrete sete ma non di bevande.... sarete accontentati....

- ci sarà un piccolo sondaggio per la classica cena di fine anno a cui VOI NON DOVRETE MANCARE



Non avete davvero motivo per saltare il compleanno di quest'anno; l'abbiamo festeggiato l'ultima volta nel 2011 ad un anno dalla fondazione, di tempo ne è passato parecchio...


venerdì 10 ottobre 2014

Perché c'è un dado per ogni occasione?



Sappiamo benissimo la difficoltà dell'argomento, conosciamo bene anche gli studi che stanno dietro al mondo dei dadi in generale, e quindi non abbiamo la pretesa di fare critica/polemica/istruzione su questi oggetti plasticosi onnipresenti nelle nostre vite. Detto questo, come vi stiamo abituando ultimamente, l'argomento non tratterà in generale dei dadi e del loro utilizzo, ma vuole fare un confronto fra i vari tipi di dadi e qual'è la loro funzione all'interno delle sopracitate categorie ludiche. Cominciamo con un semplice dato statistico neanche troppo sconosciuto: norma vuole i d6 presenti in quasi ogni Gioco in Scatola, d20 e d10 sopratutto, ma anche gli altri tipi presenti nelle decine di sistemi di Giochi di Ruolo disponibili sul mercato. Questa "regola" non è esattamente precisa al 100%, in quanto prima di tutto i GDR utilizzano comunque anche i d6, e ultimamente nei giochi in scatola stiamo trovando dadi che, fino a poco tempo fa, erano assenti nelle scatole: d4, d8 e d10.

Senza addentrarci troppo nei meccanismi che portano alla scelta del dado o dei dadi da utilizzare, questa varietà nei GDR è determinata dal fatto di rendere quasi reale il meccanismo con cui determinate azioni avvengono. Funziona così ad esempio il sistema dei danni di un arma: se abbiamo un'arma che può fare 12 danni ma bisogna decidere tramite dado quanto sarà il danno effettivamente portato (come avviene nella realtà, dove la stessa arma non fa quasi mai lo stesso danno), le strade si dividono in 2 tronconi, determinati dal fatto che per ottenere 12 danni massimi si può lanciare un semplice d12 oppure una coppia di d6; la differenza fondamentale sta nelle probabilità, dato che con un dado a 12 facce, tutti i numeri hanno la stessa probabilità di uscire, e quindi il risultato è demandato direttamente al caso; viceversa, utilizzando i d6, interviene la statistica, che pone una sorta di diagramma delle probabilità dove si scopre che il risultato più comune è 7, il minimo danno è comunque 2, e andando a lanciare i dadi anche infinite volte il risultato medio si pone al centro dei valori massimi, determinando quindi come eccezioni sia il valore minimo sia il massimo.






Se questo nei GDR ha perfettamente senso, essendo loro vocati alla "realtà" delle cose, nei giochi in scatola funziona in maniera analoga ma opposta; li infatti i dadi vengono inseriti per dare decisione e anche un pizzico di varietà alle partite altrimenti monotone e troppo legate all'abilità, oltre che all'esperienza, dei giocatori. Sono pochi, difatti, i giochi in scatola in cui l'obiettivo principale è la competizione fra persone che non solo conoscono il gioco, ma vogliono anche mettersi alla prova con gli altri; e non è un caso che molto grossi titoli moderni abbiano eliminato i dadi fra le componenti della scatola (Dominion per esempio, anche se rimane la componente casuale grazie al mazzo di carte), oppure abbiano sostituito i classici d6 con i più precisi d4 (per esempio Wiz-War, dove tutto gira attorno a questi dadi).

Mentre per i GDR oramai il capitolo dadi è praticamente saturo di discussioni fra quale sia il sistema migliore, venendo comunque da un'esperienza globale di oltre 30 anni, per i giochi in scatola il discorso si fa un pò più circoscritto a casi rari; il trend iniziato negli anni 2000, dove il mercato ludico ha cominciato una progressione in atto tutt'ora in quanto a vendite e popolarità, è stato quello di rendere i dadi una componente comunque necessaria, ma mutandone la caratteristica principale: i numeri. Se difatti tutti noi ci ricordiamo i vari Monopoli, Risiko, e molti altri giochi della nostra infanzia, sicuramente ci viene in mente che la cosa che non mancava mai era proprio il classico d6 con i numeri a palline. Ora questi dadi sono restati si strumento indispensabile di ogni titolo che si rispetti, ma le facce hanno perso i numeri a favore di immagini che facciano capire subito l'effetto ottenuto. Casi come Seasons, un gioco basato fondamentalmente su 4 categorie di d6, ci fanno capire che ormai il popolo ludico è pronto per sperimentare anche nuovi tipi di solidi plasticosi. Non sarebbe per nulla strano vedere, nei prossimi anni, apparire anche d10 e perchè no, pure dei d20, nelle scatole; force questo non è ancora avvenuto semplicemente perchè chi crea giochi non ha ancora sperimentato questi strumenti e i sistemi sono ancora basati sul classico d6.



Proviamo per un momento ad immaginare un mondo parallelo sostituendo alcuni casi celebri di utilizzo dei dadi: partiamo da Risiko e proviamo a sostituire tutti i d6 con dei d4 > la difesa vincerebbe praticamente sempre; sostituiamoli con dei d20 > in questo caso l'attacco non ne sarebbe avvantaggiato in maniera assoluta, ma comunque sia la differenza si noterebbe. Ma perchè si noterebbe? La risposta è semplice, e sta nella regola legata alla difesa: a parità infatti il difensore vince; ora risulta facile immaginare la situazione: con i d4 fondamentalmente l'attaccante può vincere solo con 3 numeri, mentre il difensore ha solo 3 numeri con cui poter perdere; il 4 in difesa o l'1 in attacco determinano la sconfitta automatica dell'attaccante; senza star li a propinarvi schemi e grafici a riguardo, con i d4 si ha già il 50% di probabilità che l'attacco non avvenga per sconfitta automatica, e la percentuale di attacco riuscito è sicuramente molto bassa; viceversa, con i d20, la situazione sarebbe questa: 19 numeri per l'attaccante per vincere e per il difensone per perdere; la sconfitta automatica dell'attacco portato avverrebbe sempre con l'1 dell'attaccante, ma il difensore dovrebbe fare 20, portando quindi la % di attacco non riuscito in automatico al solo 10% e lasciando quindi più spazio anche all'attacco di poter avvenire.

Risulta chiaro quindi che un gioco come Risiko può esistere solo e soltanto utilizzando i d6, così come molti altri giochi dove i numeri delle facce hanno una certa importanza e sopratutto dove si usano più di un dado alla volta. Resta da dire che per esempio nella determinazione delle probabilità la differenza di dadi può non sentirsi in certi casi (pari o dispari sono gli stessi in un d4 come in un d100), ma può essere notevole in altri (1 su 4 è il 25%, 1 su 20 è il 5%), ma sicuramente anche nei giochi in scatola abbiamo a che fare con un sistema basato sui dadi, e finora il dado di riferimento è sempre stato il d6. Ma forse non manca neanche troppo tempo prima che i game-designer di tutto il mondo comincino a sfruttare anche dadi di altre facce per i propri lavori; come avevamo accennato prima ci sono già titoli in circolazione che fanno uso di dadi non convenzionali, e i risultati fanno capire che si ha a che fare effettivamente con una meccanica di gioco molto diversa dal solito.